Serramenti e Infissi – Quali Scegliere e Materiali da Considerare

Ti diamo il benvenuto su Trova Serramenti: il portale italiano dedicato alla scelta dei migliori serramenti e infissi per la tua casa.

Per migliorare il livello di riscaldamento interno e l’efficienza energetica di un ambiente, le possibilità possono essere tante, ma sicuramente i risultati sono fortemente influenzati dalla qualità dei serramenti: porte e finestre.

Per questo, è fondamentale scegliere al meglio tipologie e materiali per questi elementi di arredo.

Se nella forma dei serramenti entra in gioco il fattore dello stile, accordandosi all’architettura, dal punto di vista dei materiali, la questione è più complessa.

Ecco alcuni suggerimenti su cosa cercare e cosa evitare, quando ti trovi in un negozio di vendita serramenti.

Trova i migliori serramenti italiani

Serramenti, quali sono i migliori?

L’efficienza energetica dei serramenti, in particolare le finestre, ha fatto molta strada negli ultimi decenni.

I telai ora sono isolati in modo migliore e sono più durevoli, le guarnizioni resistenti e le cavità degli infissi riempite di gas tra i doppi e persino i tripli vetri, sono ormai la norma.

Per capire quali sono i migliori serramenti da scegliere, però, bisogna valutare i materiali a disposizione, e anche l’esposizione al sole dell’ambiente.

Se le finestre sono di alta qualità e rivolte a sud, per esempio, possono effettivamente offrire un guadagno di calore attraverso la raccolta passiva dei raggi solari.

Il calore solare passivo che viene assorbito durante il giorno, può aiutare contro la dispersione di calore durante la notte.

Il corretto uso dei materiali, l’orientamento e il posizionamento delle finestre possono facilmente ridurre le esigenze di riscaldamento del 25%, con dei notevoli risparmi sulle fatture del gestore di energia o le bollette condominiali.

Vediamo prima di tutto i materiali possibili da considerare, quando si arriva in uno showroom di vendita serramenti o quando si contatta un serramentista.

Serramenti in PVC

Le finestre e le porte in cloruro di polivinile (PVC), mostrano delle grandi capacità di resistenza all’umidità, alla corrosione e all’attacco degli insetti.

Questo materiale, infatti, è molto utilizzato nei serramenti, anche per il buon valore di isolamento termo-acustico.

Inoltre, il cosiddetto poli-vinilcloruro, presenta una bassa manutenzione ed è conveniente a livello economico. Non solo aiuta a risparmiare sulle bollette, ma ha un costo minore rispetto a legno o alluminio.

I serramenti in PVC hanno avuto per questo motivo una grande espansione negli ultimi decenni anche se, a onor del vero, bisogna anche valutarne i lati meno “performanti”.

Dopo il boom dei serramenti in PVC, si è notato che la loro esposizione ai raggi UV protratta, può portare a lungo andare ad un deterioramento.

In base a questo dato, per la scelta dei serramenti il PVC può essere comunque preso in ottima considerazione, quando non ci si  trova un territorio non battuto dai raggi UV tutto l’anno – come può accadere, per esempio, se la casa è esposta a nord.

Inoltre, in climi molto freddi dopo i – 10 °C il PVC potrebbe avere dei problemi con le guarnizioni – per esempio va bene a Milano ma non è il massimo sulle Alpi!

Serramenti in legno e alluminio

Queste finestre sono dotate di un assemblaggio strutturale di due materiali diversi, per garantire qualità, resistenza ed efficienza energetica superiore.

La combinazione di alluminio e legno nei serramenti, consente una grande varietà per la forma, e un’ampia selezione di colori per il rivestimento esterno in alluminio, che riduce la manutenzione.

C’è da tenere conto la differenza, infatti, tra i serramenti in legno-alluminio e quelli in alluminio-legno.

Una finestra in alluminio-legno è formata da serramenti in alluminio, con un rivestimento in legno sulla facciata esterna.

Una finestra legno-alluminio, invece, è formata da un serramento in legno con una facciata esterna formata da un rivestimento in alluminio.

Se la prima soluzione risulta esteticamente più bella, e con una grande solidità dovuta all’esterno legno, la seconda soluzione legno-alluminio è più valida come resistenza agli agenti atmosferici.

Tra i vantaggi di questa combinazione nella vendita serramenti, c’è il fatto che le parti in legno rappresentano una risorsa naturale e rinnovabile, con un valore di isolamento buono.

Il legno può essere rifinito al naturale o con qualsiasi colore di vernice, ed è perfetto per creare le parti esterne dei serramenti più eleganti.

Di contro, c’è il fatto che il legno richiede una manutenzione regolare e continua, è soggetto agli “attacchi” dell’umidità e ai danni provocati dagli insetti.

È più incline a deformarsi e lasciare fuoriuscire il gas delle finestre con doppi vetri.

Le parti in alluminio sono quelle che rappresentano un materiale robusto e durevole nel tempo, che richiede poca manutenzione, al contrario dei serramenti in legno.

Come metallo, l’alluminio è un conduttore, quindi c’è una maggiore perdita di calore e per questo i serramenti in alluminio sono generalmente abbinati alle parti in legno.

Quando si parla di serramenti in alluminio puri, di solito questi presentano una barriera termica di schiuma rigida, il poliuretano, per migliorare le loro prestazioni termiche.

Va valutato, infatti, che in assenza di queste combinazioni, i telai dei serramenti in alluminio sono suscettibili alle perdite d’acqua in corrispondenza dei giunti negli angoli.

La scelta delle finestre: i serramenti per eccellenza

Nella scelta delle finestre di un ambiente, quando si arriva nel negozio di vendita serramenti, bisogna considerare soprattutto i fattori del doppio vetro e del telaio.

Questo, perché i telai delle finestre possono essere realizzati con una varietà di materiali che offrono diversi livelli di prestazioni e valori di isolamento.

L’aria dall’esterno più penetrare o uscire dalle cavità tra i vetri: si espande quando si riscalda e si contrae mentre si raffredda, esercitando una pressione sulle guarnizioni e sui telai.

Quando parliamo di finestre robuste e valide nel tempo, quindi, ci riferiamo a serramenti che sono più resistenti alla pressione e alle deformazioni dovute agli sbalzi di temperatura.

Sono questi che determinano l’aspettativa di vita delle finestre.

Serramenti economici preventivo

Porte interne e blindate per completare i serramenti

Se ti stai chiedendo che tipo di porte installare, devi valutare che in ogni vendita serramenti ci sono diverse opzioni relative non solo all’estetica ma anche alle tipologie di telai.

Quando si sceglie una porta interna, non si hanno i dubbi tecnici delle porte esterne, i cui telai sono soggetti alle stesse pressioni e agli agenti atmosferici delle finestre.

In questo caso i vantaggi e gli svantaggi della scelta dei materiali sono quasi gli stessi.

Le porte interne sono più sottili, spesso scelte in base all’estetica e all’armonia con il resto dell’arredo.

Ad esempio, le porte interne in legno massiccio sono attraenti, ma costose e non perfette per l’isolamento termo-acustico.

Le porte interne in PVC invece, sono molto versatili per la personalizzazione, e funzionali per la resistenza agli urti e ai graffi.

Se si trattasse di porte esterne, si potrebbe pensare ad un interno in schiuma isolante, che offre la migliore protezione termica per contrastare lo spessore limitato di una porta.

In questo caso, è possibile scegliere nella vendita serramenti una protezione aggiuntiva installando una porta blindata.

I serramenti blindati proteggono dall’esposizione diretta agli elementi e dai tentativi di furto. Riescono a ridurre la perdita di calore, e assicurano la sicurezza dell’ambiente.

Se stai costruendo uno spazio ermeticamente chiuso, l’aria interna cercherà un modo per scappare, magari attraverso la maniglia della porta, e dall’esterno invece il lucchetto potrebbe congelarsi.

Insomma, bisogna tenere conto di diverse situazioni sia termiche sia di sicurezza, se decidi per installare delle porte blindate.

Protezione esterna: zanzariere, grate e persiane

Quando si scopre meglio il sistema degli infissi e serramenti, ci si può imbattere anche in queste protezioni, che non sono affatto secondarie, anzi.

Nella vendita serramenti, spesso vengono installate le zanzariere insieme alle finestre, per la massima protezione degli interni dagli insetti – non solo zanzare ma anche mosche o intrusioni di piccioni, gatti, etc.

Se le zanzariere rappresentano un elemento sempre più richiesto, sicuramente le grate di sicurezza e inferriate sono maggiormente considerate da chi abita ai piani bassi.

La difesa degli interni dei serramenti avviene, infatti, in modo completo grazie a questi dispositivi che impediscono l’intrusione da parte di malintenzionati, grazie ad un sistema comodo di grate e inferriate che possono essere aperte o chiuse a piacimento.

Un altro elemento di protezione degli infissi è dato dalle persiane, o scuri, che sono fondamentali per garantire che gli agenti esterni non ne intacchino i vetri e le strutture.

Le persiane proteggono dal sole, dalla pioggia e dal vento, assicurando una durata maggiore delle finestre o porte-finestre nel tempo.

Proprio per questo motivo, le persiane devono essere scelte tra quelle con materiali resistenti e durevoli, come il PVC, l’acciaio zincato, l’alluminio o il classico legno.

Aziende di Serramenti: ultimi inserimenti

AZIENDE DI SERRAMENTI A MILANO PER QUARTIERE

BERGAMO E PROVINCIA

MONZA E PROVINCIA